ULTIMISSIME


BUONA PASQUA 2017 AMICI DI "FUORIPAESE" ... !!!

.

lunedì 9 novembre 2009

Hugo Chavez sfida Bogotà e Washington

*************************
Il Presidente venezuelano ammonisce Obama: "Siamo disposti a tutto". "Pronti alla guerra con la Colombia"
*************************
Di fronte alle minacce formulate dal Presidente venezuelano Hugo Chavez - che ha annunciato che il suo Paese si sta preparando per un conflitto militare - il Governo colombiano ha reso noto che si rivolgerà all’Organizzazione degli Stati Americani e al Consiglio di Sicurezza dell’Onu. «La Colombia non farà un solo gesto di guerra nei confronti della comunità internazionale, e meno che mai di paesi fratelli. L’unico interesse che ci muove è quello di battere il narcoterrorismo che per tanti anni ha colpito i colombiani», si legge in un comunicato dell’esecutivo di Bogotà. Chavez aveva avuto parole molto dure nei confronti della Colombia, accusata di aver rinunciato alla sovranità del paese a vantaggio degli Stati Uniti con la firma lo scorso 30 Ottobre di un accordo che prevede lo stazionamento di militari americani in alcune basi colombiane. Chavez aveva messo in guardia le autorità di Bogotà, ma anche il Presidente americano Barack Obama, annunciando che il suo Paese si sta preparando per un conflitto militare perchè «il modo migliore per evitare la guerra sta nel prepararsi a combatterla». Nel corso del programma "Alò presidente" Chavez ha chiesto a militari e civili di tenersi pronti alla guerra, assicurando poi che i venezuelani «sono disposti a tutto». Secondo gli analisti, il Presidente venezuelano ha così implicitamente respinto l’offerta del Presidente brasiliano, Luiz Inacio Lula da Silva, di un incontro chiarificatore con il Presidente colombiano Alvaro Uribe che ha firmato l’accordo sulle basi militari con gli Stati Uniti. «Bisogna parlare con chi comanda - ha detto Chavez - e per questo dico a Obama: non ti sbagliare ordinando una aggressione aperta contro il Venezuela utilizzando la Colombia».

Nessun commento: