ULTIMISSIME


BUONA PASQUA 2017 AMICI DI "FUORIPAESE" ... !!!

.

domenica 28 febbraio 2010

Il Punto dell'On.le Marco Zacchera del PdL

n. 311 del 27 Febbraio 2010
*************************
L’AFFARE DI GIROLAMO
Sarebbe scorretto nei confronti dei miei lettori se non prendessi chiaramente posizione sull’ “affare Di Girolamo” ovvero il Senatore eletto all’estero nella lista AN-FI-LEGA alle elezioni politiche del 2008 accusato ora di essere compromesso con la malavita calabrese. Sono uso assumermi le mie responsabilità, anche perché non c’è proprio nulla da nascondere: è vero che rappresentavo AN al tavolo delle candidature come responsabile per l’estero, così come è vero che il nome dell’Avv. Di Girolamo come candidato era emerso solo negli ultimi giorni prima di presentare le liste in quanto – in un primo tempo – altri erano i candidati da me proposti. L’Avv. Di Girolamo aveva un curriculum impeccabile e le carte formalmente a posto: nessuno poteva sapere della sua presunta colleganza con la malavita né alcuno ha minimamente allora avanzato sospetti o dubbi su questo fatto. La commissione preposta alle candidature ha quindi dato il proprio ok in assoluta buona fede su mia proposta, anche perché questo candidato si riteneva complementare visto che in lista era inserita e confermata come capolista la Senatrice uscente eletta nel 2006 che - secondo logica e previsioni - avrebbe riconquistato il proprio seggio. Questa è la semplice verità, che ho già avuto modo di spiegare due anni fa quando fui ascoltato da un Magistrato su alcune circostanze, giudice che credo di aver convinto in modo esauriente perché da allora non ho più avuto alcuna comunicazione o notizia. E’ ovvio che se prima delle elezioni si fosse avuto il minimo sospetto sulla persona oggi sotto accusa nessuno si sarebbe sognato di candidarla. Certo mi resta dentro una grande amarezza personale perché credo di aver sempre agito nella mia vita politica in modo onesto, coerente e trasparente e questo vale anche per gli anni passati a dirigere il Dipartimento Esteri di AN (compito che mi è stato confermato fino alla confluenza del partito nel PDL) e al quale ho sempre dedicato tutto me stesso…e forse qualcuno in giro per il mondo se lo ricorda ancora.
PROGETTO S-CORTA: UN’IDEA DA VERBANIA
A Verbania dal 2007 è attivo un servizio che mi sembra di grande valore sociale e che, negli ultimi tempi, si è esteso raggiungendo livelli di assoluto interesse. Lo propongo ai lettori che possono forse a loro volta replicarlo nella propria città. Verificando che la stretta economica costringe numerose famiglie a tirare la cinghia e a trovare nuovi sostegni sociali, negli ultimi mesi si è infatti valorizzata ulteriormente la distribuzione gratuita degli alimenti freschi che i supermercati non possano più vendere per raggiunta o prossima scadenza. Un progetto che prevede il ritiro, lo stoccaggio e la distribuzione di quegli alimenti freschi che altrimenti destinati a finire nell’immondizia e che invece vengono donati da numerosi i supermercati che aderiscono all’iniziativa. Mentre in diversi altri comuni della Provincia si attivano sperimentazioni simili, a Verbania verifichiamo un numero di utenti in costante crescita, tale per cui l’offerta rischia di risultare insufficiente. Siamo arrivati nel 2009, a distribuire 2.900 pacchi e visto che l’ anno precedente ci si era fermati a 1.776 si registra un incremento del 38,7%. La domanda è in crescita, ma senza l’intervento di altri punti vendita, appunto, non potremo ulteriormente soddisfarla. Per questo stiamo contattando altri supermercati, nella speranza che ci diano una mano. Avuta la disponibilità delle aziende provvede poi il comune - attraverso una struttura controllata dall’Assessorato dei servizi sociali – a ritirare l’invenduto presso i punti vendita, ad immagazzinarli, dividerli in pacchi recapitandoli poi ad indirizzo di famiglie predeterminato o ad avviarli tramite il circuito della Caritas. L’incremento delle richiesta è un fenomeno che mi preoccupa ed è indice di una difficoltà sociale che d’altronde percepisco tutti i giorni incontrando i cittadini che, sempre più spesso, chiedono appuntamento perché alla ricerca del lavoro e della casa ma anche in gravi difficoltà.
UN SALUTO BUONA SETTIMANA A TUTTI! ON. MARCO ZACCHERA

Nessun commento: